Borgo Padel. La nuova proposta del Padel Piacentino

Gianluca Beghi e Lorenzo Marchi con le targhe dei nuovissimi campi da padel

Questo articolo è presentato da:

“Non c’è gloria più grande per un uomo del mostrare la leggerezza dei suoi piedi e la forza delle sue braccia”. Così il poeta greco Omero descriveva la bellezza dello sport e l’effetto virtuoso che esso provoca in chi lo pratica. Questa filosofia la conosce bene anche Gianluca Beghi, la stella più luminosa dell’ambiente tennistico piacentino: ha avuto il suo best ranking nazionale a 2.1 nel 2017, e classifica ATP 1415. Ma se il tennis è stato il suo primo amore, il padel è stato il suo primo colpo di fulmine tanto che oggi oltre a lavorare al Tennis Club Borgotrebbia come Maestro Nazionale, lavora anche come istruttore di secondo grado di padel.

“Dopo la mia esperienza a livello mondiale nel tennis – racconta con emozione ed entusiasmo Gianluca. Sono stato letteralmente folgorato dal padel, uno sport che a Milano veniva già praticato da anni, dal 2015 all’incirca. Cosa ha di speciale? Il padel è uno sport che fin da subito ti coinvolge, ti regala la sensazione che il punto non finisca mai. E, soprattutto, il padel è un’attività molto sociale, si gioca in quattro (a coppie di due) e non singolarmente come il tennis”.

Come ci spiega Gianluca il padel da circa due anni è approdato anche a Piacenza. “Grazie all’aiuto – prosegue – e agli investimenti di Lorenzo Marchi, il proprietario dell’associazione Tennis Borgotrebbia dove è situato anche il Club Borgo Padel, la struttura presso la quale ricopro la carica di responsabile padel, questo sport si sta affermando sempre di più
nella realtà piacentina coinvolgendo sempre più appassionati e neofiti. A tal proposito il Club si configura come una struttura di grande eccellenza in quanto qui sono stati installati due campi outdoor targati Italian Padel (la maggiore azienda italiana specializzata nella progettazione, costruzione e vendita di campi da padel) con superfici di altissimo livello che ricalcano il World Padel Tour. Verso la fine dell’estate i campi verranno coperti con una struttura fissa in modo tale da permettere di allenarsi e giocare 365 giorni all’anno in completa comodità”
.

Il padel è un gioco aperto a tutti, dai bambini agli adulti, anche se è amato soprattutto dagli over 40 e dalle donne (lo sono, in Italia, il 42% delle persone che si dilettano in questo sport). Si parte dal livello più semplice, per poi arrivare a quello più impegnativo, dove si mette a frutto l’impegno e la fatica.

“Vorrei comunicare una notizia in anteprima: qui a Piacenza, tra la fine di giugno e inizio luglio, daremo il via ai primi campionati provinciali outdoor di padel con competizioni di doppio maschile, doppio femminile e doppio misto. Per noi questo rappresenta un’ottima iniziativa per far conoscere non solo questo sport, ma anche il nostro territorio. Il mio desiderio, infatti, – conclude Gianluca è quello di far appassionare sempre più piacentini al padel, uno sport che mi ha rapito l’anima e che mi porta, oggi, a voler creare qualcosa di unico. Aspiro infatti a costruire una buona squadra per affrontare i campionati a squadre dei prossimi anni”.

Condividi questo articolo con i tuoi Social

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *